Gisele Bündchen

La straordinaria Gisele Bündchen in un libro speciale da collezione: venti indimenticabili anni di carriera di una delle Top Model più famose e più pagate del mondo.

Se Steven Meisel agli esordi la acclamò come “il ritorno della modella sexy” e il suo punto di forza è senz’altro un “fisico bestiale”, il suo successo planetario però sta anche nella disarmante semplicità che emana e nei grandi valori che la animano.

copertina

Ieri sera ero all’Ambasciatori con i miei baldi amici e tra un calice di vino e una chiacchiera su questo e quello, ho approfittato per fare due passi tra le tante e allettanti nuove uscite editoriali… Sì, diciamo che nel mio scouting quotidiano io sono ancora un po’ alla vecchia: leggo pochissimo le email di advertising (sorry, migliorerò prometto 😉 ) e per scoprire le news&co preferisco ancora buttarmi nella mischia, andare in giro, cercare, scovare, essere colpita da qualcosa che attira la mia attenzione, toccare con mano, scegliere e incuriosirmi ancora e ancora e sempre.

Ebbene, ieri sera questo volumone della fantastica casa editrice Taschen, esposto in evidenza nella vetrinetta nuove uscite mi ha chiamato a sé e risucchiato nelle sue pagine patinate e non, oasi felice per gli amanti della moda e della bellezza in senso lato.

13

Sì perché Gisele è davvero troppo bella ed esprime anche quel quid in più, quel senso di donna risolta che non è facile vedere in giro, specialmente nel suo settore. Meravigliosa, emana una luce speciale, quella solarità accecante e variopinta brasiliana, ma come ammorbidita da un fascino più composto, che vibra su tonalità metaforicamente pastello. Eppure non è mai stata considerata una bellezza classica (mi si passi il classico in questa circostanza): sembra che agli esordi il suo naso le avesse causato qualche problemino, perché non propriamente alla francese, diciamo. E comunque anche tra i miei boys, ieri sera è nata la vexata quaestio: Gisele sì/Gisele no

A onor del vero, i signorini sbavavano come non mai mentre sfogliavano le suddette paginone, eppure qualcuno ha osato dire “Mah, a me francamente lei non fa impazzire”. Io vorrei PROPRIO capire come si fa a non impazzire per Gisele Bündchen. Vorrei proprio vedere se NEL SURREALE MONDO DEI SOGNI domani la incontri (magari anche single e disponibile) e se NO, NON IMPAZZISCI.

Poi ne riparliamo magari.

12Pensandoci bene, forse è tutto qui il succo del suo enorme successo e del suo essere adorata e praticamente venerata anche dalle donne.

Un fisico pazzesco da togliere il fiato, ma avvolto da una sorta di semplicità e naturalezza disarmante.

Quando l’anno scorso, a 35 anni, ha annunciato di ritirarsi dalla passerella ha fatto più scalpore della collega Cara Delevingne, che ha compiuto la stessa scelta sempre nel 2015 ma a soli 23 anni. Ognuno ha i suoi tempi. C’è un tempo per ogni cosa. Ma nell’immediato si è diffusa come un’ondata di  strana nostalgia. L’abbiamo appena rivista (il 3 maggio) come ospite speciale da Chanel a Cuba, deliziosa come sempre, con il suo baschetto sfizioso e la sua radiosità immutata e devo ammettere che sì, per un momento ho pensato che sarebbe stato bello vederla sfilare ancora lungo l’infinito Paseo de Prado.

21-Gisele a Cuba per la sfilata Chanel Cruise 2016 -17Gisele a Cuba per la sfilata Chanel Cruise 2016/17

Per me è una delle modelle più forti della mia generazione e di tutti i tempi, colei che si conquistò a pieni voti il titolo di The Body dopo Elle Macpherson:

nata nel 1980 in una famiglia numerosa e molto unita di origini europee, alta quasi 1,80 m già all’età di14 anni, scoperta per caso, pare in un McDonald’s a San Paolo dall’ Elite Model Management, è diventata in batter d’occhio la Top Model più famosa a livello internazionale, dopo che, appena diciottenne, debuttò in Rain”, sfilata di prêt-à-porter P/E 1998 di Alexander McQueen, il quale aveva scelto lei proprio per la sua capacità di camminare indossando tacchi vertiginosi su una passerella scivolosa. Lo stesso anno arrivò la consacrazione della stampa con la sua prima copertina sull’edizione inglese di Vogue e in men che non si dica diventa la cover girl più richiesta, la modella più pagata del mondo e la terza brasiliana universalmente nota insieme a Pelé e Senna.

L’anno seguente fu scelta per la copertina dell’edizione americana di Vogue, fotografata da Steven Meisel, che la esaltò come “il ritorno della modella sexy” grazie alla sua bellezza atletica e abbronzata, molto distante dallo stile grunge di fine anni Novanta.

Da allora, Gisele è comparsa su oltre 1000 copertine in tutto il mondo, ha calcato le passerelle di circa 450 sfilate, è stata “l’angelo” per eccellenza di Victoria’s Secret e il volto di campagne pubblicitarie internazionali dei più eminenti marchi di moda e bellezza (tra le più recenti, testimonial del profumo Chanel N°5, Chanel prêt-à-porter SS2015 e Stuart Weitzman).

Gisele_Bundchen_BookQuesto splendido volume ne ripercorre e celebra i vent’anni di carriera, attraverso una selezione di scatti d’autore – oltre 300 fotografie con la curatela di Giovanni Bianco – 

che vanno dalla leggendaria foto di nudo scattata da Irving Penn, scelta come copertina, alle immagini iconiche di Steven Meisel, Mario Testino, Peter Lindbergh, David LaChapelle, Juergen Teller, Inez & Vinoodh, Mert Alas & Marcus Piggott e Corinne Day. La strepitosa selezione di immagini è affiancata da un’introduzione di Meisel e tanti tributi firmati dai grandi nomi della moda, ma anche dalla famiglia e dagli amici di Gisele, i quali ci permettono di conoscerla un po’ di più e di capire con maggiore chiarezza come e perché sia diventata una delle più grandi top model di tutti i tempi, spaziando dal glamour alla vita privata e all’impegno sociale e ambientalista.

Gisele alla presentazione del libro in BrasileGisele alla presentazione del libro in Brasile

Inizialmente pubblicato in edizione limitata e molto preziosa già sold out dopo pochi giorni dall’uscita, ora è disponibile in un nuovo formato più accessibile.

Un libro #danonperdere per tutti i collezionisti, i fans, i fashionisti, gli appassionati di fotografia, ma anche i semplici curiosi. 

Gisele donerà in beneficenza  il ricavato della vendita del libro.

.

.

GISELE BÜNDCHEN Trade edition
Giovanni Bianco, Steven Meisel
TASCHEN, cartonato con rilegatura svizzera
536 pagine
italiano, spagnolo, portoghese
€ 59,99
In libreria o su Libri.it
→ su Gisele: www.giselebundchen.com.br