Edithmarcel “►Play” SS 19

Edithmarcel nasce nel 2015 dalla collaborazione tra Gianluca Ferracin e Andrea Masato, provenienti rispettivamente dalla facoltà di Fashion Design e Architettura dell’Università IUAV di Venezia. Il brand riflette sulla tematica del genere e si propone di indagare su forme, volumi e lunghezze che possano vestire indistintamente il corpo maschile e femminile. Presentata la prima collezione nella sezione “Open” di Pitti 88, dedicata all’agender, EDITHMARCEL viene selezionato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana tra i 17 brand emergenti per l’edizione zero di Fashion Hub Market, esponendo alla Milan Fashion Week di settembre 2015.

Il brand viene anche inserito nel programma di accelerazione e supporto continuativo FashionLab (project by Unicredit & CNMI). Dopo aver partecipato ad altre importanti manifestazioni ed essere stato finalista di “Who Is On Next? 2016”, ha presentato per AltaRoma 2018 “►PLAY”, collezione Spring Summer 2019 presso gli Studi di Cinecittà il 30 giugno.

Creazioni che guardano al panorama del mondo active come principale fonte d’ispirazione, cogliendone attitudini e suggestioni che vengono ripensate, mixate e mitigate attraverso quelli che sono i tratti distintivi del DNA del brand: design, materiali e dettagli in contrasto, linee genderless e allure ricercata. L’elemento dei volti stampati, leitmotiv di Edithmarcel, viene anche in questa occasione riproposto e inserito in diversi pezzi della collezione, facendo dell’iconica effigie un chiaro rimando all’uso ricorrente di stampe nell’universo activewear.

In particolare, qui i volti vengono ripensati con i contorni bianchi o a campiture piatte di colore, rievocando in chiave grafica la struttura e i motivi lineari dei campi sportivi. Altro elemento ricorrente e unificante della collezione è costituito dalla presenza del cerchio nero in materiale gommato termosaldato, il quale gioca con l’estetica del logo e con il concetto di quell’icastica “riconoscibilità” tipica dell’abbigliamento active e tecnico sportivo.

Due sono i principali tessuti presenti in collezione: la lycra, anche nella versione forata, prettamente attinente al mondo tecnico e un crêpe, appartenente invece ad una dimensione più sobria ed elegante. I due materiali vengono alternati e mixati in modo da equilibrarne l’impiego anche in base al design dei capi. Di contorno, l’uso del tessuto a maglia fina cangiante, del jersey e della maglia a coste di cotone. Colori e materiali diversi sono uniti tramite inserti di tessuto e gli accessori impiegati provengono direttamente dall’abbigliamento tecnico, come ad esempio le zip nastrate, le coulisse, gli elastici, le cinghie regolabili. I tagli e le scollature dei capi richiamano forme e vestibilità dei top sportivi, mentre il tessuto fitness assume un’allure chic grazie all’impiego del plissé. La palette colori si articola nei toni del verde, bianco, nero, azzurro, rosa, accesi dalla presenza del colore cangiante del tessuto a maglia.

 

Edithmarcel da diverse stagioni realizza le sue collezioni collaborando con aziende che rispettano standard certificati di eco sostenibilità.

 

Photo credit: S. Dragone / Luca Sorrentino ©AltaRoma2018