Featured Posts

MRZ-22–all-the-stories-we-never-told-02b
View Post
Special*Rendez-vous:La stagione dell’Oratorio San Filippo Neri.Bologna
View Post
To top
28 Gen

Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala

Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta a oggi.

Prorogata fino al 4 febbraio 2018, una mostra straordinaria a Palazzo Reale, Milano, con ingresso gratuito, che tutti i veri appassionati di costume e moda non posso assolutamente lasciarsi sfuggire!

24 straordinari costumi, custoditi nel Magazzino costumi del Teatro alla Scala, selezionati tra numerosissimi abiti di scena e restaurati in occasione dell’esposizione, si possono ammirare nelle Sale degli Arazzi di Palazzo Reale.

Lila De Nobili, Aida (1963)

.

La mostra è nata per celebrare i quarant’anni di attività dell’Associazione Amici della Scala e si inquadra nell’ambito delle azioni e dell’impegno dell’Associazione mirati a valorizzare il patrimonio storico scaligero.

I costumi esposti sono stati realizzati dalle firme più celebri della storia del teatro, come Caramba, mago della Scala negli anni di Toscanini; Franco Zeffirelli, uomo di spettacolo tout court; Anna Anni, attenta e poetica indagatrice delle epoche storiche; i premi Oscar Piero Tosi, Gabriella Pescucci e Franca Squarciapino; Pier Luigi Pizzi, artefice di fasti barocchi; ma non mancano gli stilisti come Gianni Versace, con le creazioni per Robert Wilson, e Karl Lagerfeld, per Luca Ronconi.

.

Ogni costume rimanda alla creazione di storici spettacoli per la regia di Luchino Visconti, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Liliana Cavani, Robert Wilson, Robert Carsen e molti altri. Ad indossarli, divi quali Maria Callas, Renata Tebaldi, Carla Fracci, Rudolf Nureyev, Boris Christoff.

L’esposizione è una finestra sulla storia del costume che intende mostrare l’evoluzione del gusto e dello stile, l’inventiva di abbinamenti, tagli e tessuti attraverso la creatività dei più grandi costumisti e il lavoro delle maestranze scaligere. È nei laboratori della sartoria della Scala che sono stati prodotti, nel corso degli anni, abiti di scena unici nella storia dello spettacolo.

Mauro Pagano, Così fan tutte (1982)

La mostra si articola in quattro sezioni tematiche, che ripercorrono la storia del costume teatrale dagli anni Trenta ai giorni nostri.

Il recupero e la valorizzazione di gran parte dei costumi esposti sono stati affidati all’Atelier Brancato. Il Restauro Tessile Lombardo è intervenuto sui costumi di Aida, Eugenio Oneghin, La sonnambula. La ditta Phoenix Collection ha curato la sistemazione della tiara di Amneris.

Firmato da Anusc Castiglioni e Massimo Zanelli, l’allestimento evoca un palcoscenico di teatro che si estende per quattro sale, con la sfilata dei costumi illuminati come se abitassero la scena. Sullo sfondo le immagini dei grandi interpreti, in un gioco raffinato di proiezioni. Il progetto multimediale di Luca Scarzella (Studio Vertov), intende raccontare i costumi non solo attraverso la loro presenza fisica, ma ritrovando gli interpreti che li hanno indossati. Video, audio e luci fanno rivivere l’emozione di lontane serate leggendarie.

Jean-Pierre Ponnelle, La donna senz'ombra (1986)
Emanuele Luzzati, Il principe felice (1987)
Gabriella Pescucci, La traviata (1990)
Brigitte Reiffenstuel, Falstaff (2013)

Questa mostra è stata insignita della Medaglia del Presidente della Repubblica.

.

Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta a oggi
Mostra a cura di Vittoria Crespi Morbio
Progetto allestimento e luci: Anusc Castiglioni e Massimo Zanelli
Progetto multimediale: Luca Scarzella | Studio Vertov
Si ringrazia per la collaborazione il Teatro alla Scala

10 ottobre 2017 – 4 febbraio 2018
Palazzo Reale
Milano

Ingresso gratuito

 

Photo credits: © Foto Francesco Maria Colombo Photo @amicidellascalamilano
fashionbeginners
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.