La nuova donna Chanel N°5

Creato da Mademoiselle Gabrielle Chanel in persona nel 1921 insieme al naso Ernest Beaux, perché esprimesse il massimo della femminilità, forse è proprio il profumo più iconico di tutti i tempi, anche grazie al suo essenziale flacone Art Decò , uno dei più venduti in assoluto, consacrato perfino da Andy Warhol. 

Sinonimo di seduzione grazie alla celebre affermazione di Marilyn Monroe (in un’intervista dichiarò che per dormire indossava solo due gocce di Chanel N°5) è un’essenza che non stancherà mai, specialmente per la capacità di essere riproposta e reinterpretata con uno sguardo sempre nuovo, con occhi sempre attenti alla contemporaneità. 

chanel numero 5 flacone

Ecco quindi il nuovo spot di Chanel N°5, intenso come la fragranza che vuole rappresentare: The one that I want (Quello che voglio), firmato dal visionario regista australiano Baz Luhrmann (Romeo + Giulietta di William ShakespeareMoulin Rouge!Il grande Gatsby), che pare avere un’ottima intesa con la Maison, dato che per la seconda volta si cimenta in uno spot per il profumo in questione…Nel 2004 aveva girato la campagna pubblicitaria con protagonista Nicole Kidman, diva irraggiungibile e lontana. Ma i tempi cambiano si sa e oggi l’interprete del nuovo mood è la meravigliosa Gisele Bündchen, la modella più pagata del Mondo ma che non vive sulla Luna anzi, una donna che sa che ciò che vuole e ciò che conta davvero nella vita: sensibile, impegnata, glamour, ha una carriera strepitosa, ma la sua priorità è la famiglia

Una donna autentica, dalla personalità spiccata, che ama fare surf e dedicarsi del tempo, realizzarsi nel lavoro, senza dimenticare i valori importanti. Mai Testimonial fu più pertinente.

La super Top brasiliana, che si definisce onorata di essere il nuovo volto Chanel, è assolutamente credibile nel raccontarci una storia che – a quanto pare, da quel che si legge – è anche la sua storia, nel trasmetterci un messaggio che evidentemente condivide in pieno.

“Non abbiamo mai abbastanza tempo per noi stessi. Lo devi trovare ma il tempo non si crea. La vera ricchezza non sono i soldi ma il tempo”

afferma Luhrmann, che con questo short movie ha voluto in certo senso far evolvere la donna Chanel dall’immagine proposta dieci anni fa: la carriera non può essere l’unico motivo valido per sentirsi appagata, così come si può essere sensuali ma anche comodi, proprio come diceva Coco, quando rivoluzionò la moda e fondò il mitico brand.

Proporre quindi una visione rivoluzionaria e alternativa, come era già nello spirito della fondatrice.

La nuova donna Chanel oggi non vuole rinunciare all’AMORE…E alla fine corre dal suo uomo. Sulle note di un altro grande classico della musica You’re The One That I Want” da Grease, reinventato dal giovane musicista Lo- Fang: uno come Baz Luhrmann non poteva certo sottovalutare la colonna sonora per un storia così emozionante.