Doria Tillier: ecco a voi la Madrina del Biografilm Festival 2019

Doria Tillier è raggiante, solare e molto a suo agio nei panni di Madrina dell’edizione 2019 del Biografilm Festival: nonostante abbia dichiarato con naturalezza di essere alla sua prima volta in questo ruolo, da molte ambito e desiderato ma di certo non facile, a noi è sembrata perfetta nella sua spontaneità e ci è piaciuta subito per la scelta del look della serata inaugurale: semplice e sbarazzino, senza fronzoli da grande diva ma con tocchi supercool anni Novanta che a noi fanno impazzire e che sono dei veri #trends al momento.

Notare pancino scolpito scoperto, con crop top focus spalle – un vero must have Nineties della primavera estate 2019 – abbinato al pantalone morbido paper bag a vita altissima con cintura a fiocco per un effetto di pura eleganza, il tutto accompagnato da un makeup acqua e sapone e un hair style molto naturale. Della serie: anche senza strascico e pizzi e lazzi si può essere sensuali e affascinanti! Davvero très jolie!

Photo credit ©BiografilmFestival

Al  #BiografilmFestival  la vedremo presenziare quindi a tutti gli eventi ufficiali e siamo curiose di seguire l’evoluzione del suo stile, in fin dei conti le francesi sono note universalmente per la loro allure tutta speciale, ma la potremo ammirare anche sul grande schermo nelle sue doti molti apprezzate di attrice- è considerata una vera e propria rivelazione in patria e non-  nel film Yves di Benoît Forgeard, commedia presentata nella sezione Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 2019, in cui interpreta la misteriosa So che lavora per la start-up Digital Cool e che avrà a che fare con il rapper Jerem, ma non spoileriamo nulla…

Ora conosciamo un po’ meglio la deliziosa Doria: nata a Parigi il 27 marzo 1986 si forma all’ Actor’s Laboratory di Hélène Zidi-Chéruy ed ecco che inizia la gavetta grazie a ruoli in corti, fiction e programmi televisivi, diventa Miss Meteo per Canal + fino al 2014 e anche incursioni nella moda, tra le quali segnaliamo lo spot pubblicitario del profumo Mademoiselle Ricci della Maison Nina Ricci.

Dal 2015 fa coppia fissa nella vita e nel lavoro con  Nicolas Bedos: infatti debutta sul grande schermo come attrice protagonista in “Monsieur et Madame Adelman” (Francia, 2016) uscito in Italia con il titolo “Un amore sopra le righe”, di cui è anche co-sceneggiatrice, film di successo che l’ha consacrata, infatti ha ricevuto uno Swann d’or come migliore rivelazione femminile, una nomination al Globe de Cristal e poi al prestigioso César come migliore attrice.

Definito da Le Figaro come un film sensazionale, “Un amore sopra le righe” narra la storia di Sarah e Victor Adelman, uno dei più importanti scrittori francesi, dal 1971 – anno del loro primo incontro – nel corso di ben 45 densi di passione, tradimenti, delusioni, successi e fallimenti.

Un’ interpretazione magistrale per Doria, che conquista pubblico e critica senza se e senza ma e diventa a pieno titolo anche un’icona di stile tanto da essere definita la “nuova Jane Birkin”.

Doria e Nicolas  in due scene di ‘Un amore sopra le righe’
Ecco la splendida coppia ai César 2018

Una curiosità è che nel 2018 è una dei protagonisti – insieme ai divi Bérénice Bejo e Vincent Elbaz – di Le Jeu di Fred Cavayé,  film che in realtà è il remake francese dell’italiano Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese, commedia di enorme successo internazionale che riflette in maniera ironica sul nostro rapporto controverso con il cellulare e su come la nostra identità reagisce a questi nuovi modi di comunicare e di relazionarsi agli altri, in primis ai nostri compagni di vita.

Prima dell’appuntamento qui a Bologna, la sua ultima fatica è stata l’interpretazione del film molto atteso La Belle Époque, di nuovo in coppia con il suo compagno che ne cura la regia, presentato Fuori Concorso a Cannes 2019 e in uscita quest’anno distribuito in Italia da I Wonder Pictures: un nutrito gruppo di vere Star – tra le quali Daniel Auteuil, Guillaume Canet e Fanny Ardant – ci accompagnerà in un viaggio tra presente e passato, tra ricordo e urgenza di vivere il presente.

Protagonista del film è Victor, un sessantenne disilluso la cui vita viene sconvolta nel momento in cui un imprenditore gli propone di tornare in un’epoca a sua scelta: sceglie allora di ritornare a 40 anni prima, quando incontrò il suo grande amore. Intrigante! Non vediamo l’ora di vederlo e di sognare ancora trascinati dal fascino di Doria! 😉