Fashion story di Francesca Michielin

Fashion Story di Francesca Michielin ossia sull’evoluzione di un look ACQUA E SAPONE, dal sapore adolescenziale con svariate tendenze CASUAL EASY, al contemporaneo MANNISH STYLE, con SVOLTA FINALE POP-GLAM SENSUALE- per concludere in bellezza (oltre che con il 2° posto a San Remo 2016).

Perché San Remo è San Remo. E non ci sono MA che tengano. Anche chi come me non ha la televisione e di solito non ascolta musica italiana-tranne rarissime eccezioni- per San Remo fa assolutamente uno strappo alla regola e si fionda davanti alla prima TV disponibile con gli occhi di fuori. Anzi nei giorni precedenti letteralmente spasima di trovare una casetta pronto ad accoglierlo, con apparecchio televisivo tanto criticato a portata di mano! 

Perché San Remo è anche un po’come il Natale, secondo me: si desidera condividerlo con i Tuoi (parenti e/o amici) e ci si riunisce tutti davanti ad uno schermo, che per una volta tanto, appunto, unisce e non divide, con tanto di chiacchiere, commenti, emozioni, risate e tanti tanti gustosissimi spetteguless… 

Questo è il bello di ogni  programma-evento-icona-nazional popolare che si rispetti. 

E dopo il mio doveroso preambolo esplicativo, ecco la perla musicale di questa edizione numero 66 (vinta dai nostri concittadini Stadioma lo sapete già- ai quali facciamo i complimenti) in fatto di stile e allure, che, vi giuro non è per vantarmi, ma avevo già individuato da un po’ e stavo lì lì per tirarvela fuori…Lei, Medaglia d’Argento, ma d’Oro per noi di FashionBeginners che guardiamo sempre con un’attenzione in più la New Generation in arrivo: FRANCESCA MICHIELIN, ossia come ti divento un po’mannish e tanto cool, dopo che ho capito finalmente che pesci pigliare (in fatto di moda, si intende).

foto 1

Adoro la Franceschina, così delicata e posata (almeno sembra dalle interviste che rilascia), così naturale e fresca, con quell’aria semplice e autentica  e quel sorriso beato e ingenuo come solo i giovani di un certo tipo sanno essere. 

La fanciulla ha iniziato davvero giovanissima, una bocciolo dal talento forse acerbo ma evidente. A soli 16 anni ha vinto la quinta edizione di XFactor, la prima andata in onda su Sky, e da lì un percorso meditato e costruito con pazienza (lei stessa dichiarò qualche anno fa, dopo questo successo, di non sentirsi ancora pronta per il Festival di San Remo, ammissione rara da sentire oggi in mezzo a tante affermazioni arroganti e superbe) con quella che potrei definire una sorta di saggezza, preferendo maturare e lavorare su stessa e sulle proprie potenzialità vocali e non, anziché buttarsi nel “tutto e subito” che spesso diventa un “brucio e ciaoTanto di cappello (e non è solo un modo di dire, dato che ad oggi è uno dei suoi accessori prediletti [Symbol] ).

2- michielin

Con quel suo visino delizioso- che mi ricorda la pulizia dei meravigliosi primi piani di Agata Trzebuchowska in Ida di Paweł Pawlikowski- e quell’occhio mandorlato mi  piace moltissimo! E’ cresciuta ormai e da una fashion partenza un po’ incerta, che definirei fase confusion, cosa anche comprensibile data la giovanissima età, al momento sta promettendo bene e chissà che non diventi un giorno anche un’icona di stile. Ecco una semiseria fashion story per ripercorrere insieme i suoi momenti topici (e non)! 

.

•2011-2012. A XFactor prova varia stili e comunque si dimostra versatile. In fondo sta ancora costruendo la sua identità.  Da la studentessa acqua e sapone alla vittoria della studentessa acqua e sapone una di noi, passando per svolazzamenti vari con long dress datato per concludere con uno Scacco Matto. Fase: tra color che son sospesi. 

 

6- intervista presso Feltrinelli 14 febb 2012

7-Con Simona Ventura

8 la Vittoria9-a Xfactor

Riparte con una FASE BUCOLICA, tendente al flower power  o gipsy moderato tendente al romantico. Mmmm. Vira poi verso fase LICEALE con gusto senza troppe pretese e senza troppe pippe mentali sul come mi vesto poiché sono troppo impegnata in altro, del tipo studiare/cantare e suonare/essere adolescente e complicata (forse). Ergo: camicia con stampa vichy bianco e nero abbinata a golfino rassicurante/maglione norvegese stampa nevosa freddolosa. Studiosa e contenta

3-inizi 2012

4- inizi

5-

Compensa il tutto il bellissimo primo piano per la sua prima intervista su Vanity Fair dopo la vittoria al talent show di cui sopra. 

11-SU VANITY FAIR FEBBRAIO 2012 SERVIZIO PER LA VITTORIA

Live a Bassano del Grappa, la sua città: Tiger Man Vs boscaiolo andante o Tiger Man mascherato da cantante Grunge o il contrario (in fondo era Carnevale).

12-live a Bassano 2012

La sua prima volta a San Remo è nel 2012: accompagna la cantautrice Chiara Civello. Non sopporto il fuchsia, sorry. 

1314-con Chiara Civello San Remo 2012

“Riflessi di me” è il suo primo album con la supervisione artistica di Elisa. Ritorno alla natura e al mood romantico e sognante. Elisizzata prima maniera ecco. 

15-RIFLESSI DI ME 2012

E’ il momento del denim e teen dress. Un po’scontato, aridatece Tiger Man.

16- TLR AWARDS FIRENZE 2012TLR AWARDS FIRENZE 2012
17- Videoclip del singolo SolaVideoclip del singolo "Sola"

Elisizzata con bomber. Il diavolo è nei dettagli.

18- Videoclip Tutto quello che hoVideoclip "Tutto quello che ho"

•ANNO 2013. Ogni riccio un capriccio versione pel di carota. Spumeggiante. Adoro le rosse.

19- XVIII NO BORDERS MUSIC FESTIVAL CONCERTO

.

•ANNO 2014. Biblica

foto 20

 

E al secondo giro con Fedez, duetta nella super hit Magnifico, dopo Cigno Nero dell’anno precedente, mirabolanti cambi di outfit… Si incomincia a sperimentare. E vai!

21-Fedez e Francesca a XFactor 2014 in Emporio Armani

Fedez e Francesca a XFactor 2014 in Emporio Armani

22-Music Awards 2014, Rai Uno

Music Awards 2014, Rai Uno

•ANNO 2015.  Il punto di svolta. Si aprono scenari hypster. Mood contemporaneo e di tendenza. Simboli e atmosfere rarefatte. Labbra rosse. Deliziosa. Non c’è che dire.

23

24

25-PREMIO LUNEZIA, Marina di Carrara, luglio 2015

PREMIO LUNEZIA, Marina di Carrara, luglio 2015

27- L'AMORE ESISTE, 2015

28- L'AMORE ESISTE

L'AMORE ESISTE, 2015

3031

3233

•ANNO 2016. FINALMENTE… SAN REMO

34- Servizio per Vanity Fair febbraio 2016

Servizio per Vanity Fair, febbraio 2016

35- video Nessun grado di separazione

Video "Nessun grado di separazione"
 

36-A San Remo 2016

Sul prestigioso palco dell’Ariston interpreta con coraggio e freschezza look firmati Au jour le jour (e creati per lei in esclusiva da Diego Marquez e Mirko Fontana) ironici e allegri.

3738

Giovani, originali e contemporanei. Può piacere o no, ma con queste jumpsuit in cady Francesca si distingue da tanta roba che… come dire… ehm“sa di vecchio”.

3940

In climax ascendente fino alla finalissima.

<< E poi ho sentito un’emozione accendersi veloce, farsi strada nel mio petto senza spegnere la voce >>

THE TOP

41

Cigno bianco, sofisticato e sensuale.

Aspettiamo sviluppi in futuro e …occhio alla stylist 😉 Alla quale consigliamo di osare. Le carte da giocare ci sono tutte.

.

Qui il video della canzone Seconda Classificata a San Remo 2016