Hat Talk con Doria 1905

Vi abbiamo lasciato con le vetrine creative che gli studenti del corso di Fashion Design  dell’Accademia di Belle Arti di Bologna hanno realizzato in collaborazione con Doria 1905qui l’articolo – in occasione della mostra su Keith Haring  e ora torniamo a parlarvi di questo marchio storico italiano, frutto di tradizione sartoriale, artigianalità e qualità, per annunciarvi altre interessanti iniziative che lo coinvolgono.

Infatti il 22 febbraio siamo state invitate da Campogrande Concept ad un incontro intitolato “Hat Talk, l’eleganza parte dal cappello” che si è tenuto al nuovo spazio Due Uno Due di Bologna, con le amiche di salotto, Alessandra Lepri, pr di Doria Cappelli e giornalista, Patrizia Finucci Gallo, nota giornalista che si diverte con letteratura e moda e la padrona di casa, Daniela Scognamillo.

E’ stato un talk show interamente dedicato al cappello, che ci ha condotto in maniera divertente ed entusiasmante attraverso un breve viaggio semiserio nel mondo del cinema e della moda, quando le più famose celebrities hanno indossato un cappello particolare rendendosi delle vere e proprie icone. Ricordate ad esempio Audrey Hepburn con il grande e sofisticato cappello in “Colazione da Tiffany” o Humphrey Bogart con la mitica fedora e l’immancabile impermeabile in “Casablanca”?

Scopriamo poi che alcuni cappelli ormai di uso comune hanno  in realtà un’origine militare e che la moda se ne è impadronita rendendoli trendy, come il basco, che si può portare in differenti modi e che essendo fatto di lana cotta, materiale compatto, è adatto anche per coprire le orecchie dai venti gelidi del nord, così come lo abbiamo potuto ammirare, indossato da Patrizia Finucci Gallo, modella d’eccezione per la dimostrazione pratica!

Dopo il susseguirsi di altri modelli di cappello, accompagnati da un bel video esplicativo, ed esserci divertite ad indossarli, ecco che abbiamo anche ammirato le opere di Gabriele Pellerone con la mostra in corso “Think Different, in occasione della quale è stata presentata in anteprima la special edition della coppola “Tattoo”, firmata dall’artista con un suo segno indelebile come un tatuaggio.

Infine vi informiamo che giovedì 8 marzo si terrà sempre presso lo Spazio 212, un’asta di beneficenza il cui ricavato andrà alla scuola di formazione professionale stile e moda Aldrovandi-Rubbiani di Bologna per l’acquisto di una lavagna Lim.

Evento unico, inoltre, perché sarà l’occasione anche per rincontrare l’artista e ad assistere ad una sua performance. Non mancate!

 

SPAZIO 212
CURATORE DELLA MOSTRA: Giancarlo Bonomo

GIOVEDì 8 MARZO 2018, ORE 18.30
Finissage con Battuta d’asta e live performance

Via Galliera 2/B
Bologna
www.dueunodue.it
INFO: mob. 3357681559 / scognamillo.daniela@gmail.com