La Bioprofumeria

La Bioprofumeria è un piccolo negozio di cosmetici che si trova a Bologna, a pochi passi dalle Due Torri: la prima cosa che mi ha colpito è stata l’insegna colorata e divertente. 

logobio

Mi è piaciuta l’idea della melanzana, al posto di una scelta più scontata, magari un frutto o un fiore. L’ho trovata divertente, secondo me tende a sdrammatizzare. Sono curiosa per natura, così decido di entrare per fare due chiacchiere con la titolare Stefania, approfittando di uno dei pochi momenti di calma della mattinata.

Stefania è gentile e sorridente, scopro poco dopo che è anche innamorata, infatti mi fa notare le vetrine “rosso passione” allestite per San Valentino, dettaglio al quale avevo fatto caso ma che stavo volutamente evitando, per motivi che potete facilmente immaginare.

A questo punto, rotto il ghiaccio, e tra donne si sa, non c’è modo migliore di familiarizzare che parlare di questioni di cuore, Stefania mi racconta la sua storia: ha aperto il negozio nel 2009, dopo una formazione artistica – Dams Spettacolo – e dopo essersi occupata molto di musica, scrivendo per vari blog e tenendosi aggiornata costantemente, al di là dei classici canali commerciali. Continua anche adesso a coltivare questo interesse, infatti, altra cosa da notare, mentre stiamo parlando, mi accorgo di  un ottimo sottofondo musicale!

“Questa intuizione nasce da una casualità…cercavo una ricetta per i capelli ai semi di lino e mi sono  imbattuta in vari blog e recensioni che parlavano di cosmesi ecobiologica. Mi sono interessata  sempre di più all’argomento e ho scoperto il biodizionario.it, creato da Fabrizio Zago, primo dizionario online dei componenti  presenti  nei cosmetici, per diffondere la cultura di un consumo consapevole”

“Questo strumento offre tutte le indicazioni sugli ingredienti che troviamo elencati nella composizione dei  nostri cosmetici, mostrandoci il grado di “accettabilità” con una sorta di semaforo/pallini colorati. Appena si scopre questo sistema, ammetto che si diventa un po’ maniaci: impari a riconoscere gli ingredienti e il loro grado di tossicità, sei quasi ossessionata, fino a quando diventi attenta e ti tranquillizzi, poiché gradualmente raggiungi vari livelli di consapevolezza”.

“In quel momento ero un po’ insoddisfatta della mia vita lavorativa e, appassionandomi a questo settore, ho trovato  la spinta a reinventarmi e sperimentarmi  in un campo nuovo. Ho deciso che questa era davvero la mia  strada e così  ho  aperto il negozio”.

“Il  concetto  della cosmesi eco-bio anni fa non era ancora molto diffuso, era un po’ di nicchia. Quindi, avendo  scelto un concetto nuovo lo volevo associare ad un’immagine nuova di negozio. Ho scelto un nome forse didascalico, così ho pensato di alleggerire attraverso un logo che fosse simpatico, divertente e che unisse in qualche modo elementi relativi al mondo del profumo ad elementi naturali. Quello che vedi e che ti piace tanto è stato realizzato per me dal grafico Lorenzo “Q” Griffi”.

“Mi volevo distaccare dall’immagine della classica erboristeria, proprio perché volevo realizzare un luogo diverso e da ciò deriva  anche la scelta di evitare i soliti colori pastello e i classici fiorellini, utilizzando colori accesi per dare un’idea di allegria”

Tutti i prodotti che vendo sono naturali, eco-bio, rispettano determinati standard, sono controllati e certificati e non contengono petrolatum, paraffina, PEG, siliconi vari, profumi di sintesi, parabeni, coloranti artificiali, OGM e altre sostanze dannose:  seguono tutti il Biodizionario, e inoltre non sono testati sugli animali. Seleziono le linee in base a questo criterio principale, poi scelgo i prodotti che mi piacciono e guardo molto il rapporto qualità prezzo. I prodotti devono avere un prezzo abbordabile”.

L’offerta è senza dubbio interessante e sostenuta da valide motivazioni. Domando come va questo  prodotto da un punto di vista commerciale e quale è il suo cliente “tipo”.

“Ho un pubblico giovane, la fascia di età  va dai venti ai quaranta circa, ed è un pubblico eterogeneo: dalla ragazza adolescente, che vuole il trucco perché in questo momento dilaga sul web e quindi va di moda,  alla vegana molto attenta e consapevole. La mia clientela è a maggioranza femminile: l’uomo, quando entra, o accompagna la fidanzata e si annoia mentre lei sceglie i prodotti, oppure viene spedito “in missione” sempre dalla fidanzata! Ora che ci penso però, ho qualche cliente uomo, in  piccola percentuale certo: sono in genere persone molto attente alla cura di se stesse e all’ambiente”

“Per quanto riguarda il commercio, devo constatare che il biologico, nel corso di questi ultimi quattro anni, ossia da quando ho aperto la mia attività ad oggi, si sta sdoganando sempre di più dalla nicchia. Il mercato si è molto sviluppato e si è ampliato anche il pubblico,come vediamo anche nel settore alimentare. Questo processo, da un lato ha creato una maggiore consapevolezza, una maggiore attenzione alla salute, insieme al diffondersi del discorso etico ambientale, e sono aumentati gli acquirenti, dall’altro è diventato invece un po’ la moda del momento.

Negli altri Paesi come la Germania, la Francia o gli Stati Uniti, il biologico era già un concetto molto sviluppato e popolare: noi siamo arrivati dopo, ma ora è davvero il suo momento. Sento che si fanno sempre di più discorsi sulla qualità più che sulla quantità”.

Mentre la ascolto, il negozio a poco a poco si affolla: ragazze in cerca di matite per le labbra, ombretti glitterati, creme “golose” e maschere al cioccolato. Ma quali sono i must del negozio?

.

.NEVE COSMETICS 

Azienda produttrice di mineral makeup, molto aggiornata e di moda. Crea tendenza soprattutto tra le giovani che vogliono a tutti i costi l’ultimo colore di ombretto o della matita, che spopola in internet. Davvero super trendy! Naturale che fa moda – (www.nevecosmetics.it)

. BIOFFICINA TOSCANA

Una delle mie preferite senza ombra di dubbio! Cosmesi ecobio per il km 0, un’azienda tutta al femminile, che si distingue per la cura minuziosa dei prodotti, certificati Icea, con ingredienti  testati al nichel, derivati tutti da piante coltivate in Toscana con metodo biologico e biodinamico, proprio per valorizzare il territorio. Il loro prodotto cult più venduto è il Balsamo concentrato attivo all’olio di oliva e alle proteine vegetali, ottimo per i capelli danneggiati –(www.biofficinatoscana.com)

. BB CREAM di So’ Bio étic

Tutte la vogliono! Piace moltissimo per la texture e la resa. La ordino tutte le settimane, perché va davvero “via come il pane”! (www.ecco-verde.it/sobio-etic)

JALUS C: siero multivitamico all’acido ialuronico, dell’azienda Fitocose, altro nome di culto del settore (www.fitocose.it)

. Le tinture vegetali e l’Henné della KHADI, azienda tedesca specializzata – (www.ecco-verde.it/khadi) + (www.khadinatural.com)

“Tra le novità invece, ho scelto i prodotti artigianali e assolutamente semplici di AKAMUTI, una piccola azienda inglese che sostiene il commercio equo-solidale. Ti dico già il must di questa linea: il burro di cocco, che ha un profumo sublime e molteplici funzioni, infatti lo puoi usare per fare impacchi ai capelli, in quanto idratante e ristrutturante, come idratante corpo e come struccante!” – (www.ecco-verde.it/akamuti)

bio9Mi informa che due volte al mese vengono organizzate prove trucco gratuite con una Make-Up Artist, che aiuta a scegliere i prodotti più adatti per ogni esigenza e in base alle propria pelle. Per le date, basta seguire la pagina Facebook: www.facebook.com/labioprofumeria

.

La nostra chiacchierata finisce con un ricordo: “Ho frequentato  dei corsi di erboristeria al Giardino di Pimpinella, fattoria didattica a Luminasio di Marzabotto, con l’erborista e biologa Laura Dell’Aquila, che io definisco un po’una strega buona!E’ un posto magico, in mezzo ad una natura stupefacente: io ci ho lasciato il cuore. Lo consiglio a chi vuole recuperare il contatto con la natura e vivere un’esperienza speciale ed emozionante”

Ebbene, a questo punto non resisto più…e poi come faccio a valutare, se non provo sulla mia pelle? Con i must consigliati da Stefania andiamo sul sicuro, ma a me piace sperimentare, così ho scelto questi tre prodotti della Biofficina Toscana:

1) Fluido corpo al peperoncino, energizzante e rinvigorente, fantastico per chi ha qualche problema di circolazione. Confermo che ti rigenera completamente, € 18.50.

2) Crema per le mani nutriente e protettiva con miele ed olio di oliva bio toscani, per riparare e proteggere le nostre mani danneggiate dal freddo, € 8.90.

3) Ogni tanto ci vuole uno scrub, ti fa sentire meglio  e leviga la pelle quindi Scrub ai burri vegetali e melissa, € 17.20.

Devo ammettere che il progetto di questa azienda, che ha sposato il principio pensa globale agisci locale,  mi ha davvero colpito. Sono sicura che tornerò presto nel mondo della piccola e fornita Bioprofumeria, per provare le altre linee e chiedere qualche consiglio, dato che Stefania è una vera esperta e ti segue con attenzione e competenza.

.

La Bioprofumeria
Via San Vitale 36 h
Bologna

Se non siete a Bologna potete comunque fare shopping online su www.labioprofumeria.it

.