Letizia Battaglia_ritratto, copyright SHOBHA

Letizia Battaglia, il ritratto della grande fotografa al Biografilm Festival 2019

Questa sera, 8 giugno alle ore 21.00 presso il Cinema Jolly a Bologna per l’anteprima italiana di SHOOTING THE MAFIA di Kim Longinotto, sarà presente LETIZIA BATTAGLIA, una delle più significative fotografe italiane e una grande donna dei nostri tempi, che riceverà da Marco Bellocchio il CELEBRATION OF LIVES AWARD 2019.

“Io sono una persona , non sono una fotografa. Sono una persona che fotografa. La fotografia è una parte di me, ma non è la parte assoluta, anche se mi prende tantissimo tempo”

Letizia Battaglia

Letizia Battaglia, Palermo, vicino la Chiesa di Santa Chiara. Il gioco dei killer 1982 ©Letizia Battaglia

In questi stessi giorni (e fino al 18.08.19) è inoltre protagonista di una ricchissima antologica #danonperdere presso la Casa dei Tre Oci a Venezia che vi consigliamo di visitare: Letizia Battaglia è una delle più importanti fotografe italiane che ha sempre evitato i luoghi comuni e ha restituito dei ritratti originali densi di profondità. Una intellettuale controcorrente, ma anche una fotografa poetica e politica, una donna che si è interessata di ciò che la circondava e di quello che, lontano da lei, la incuriosiva.

Letizia Battaglia, La bambina con il pallone, 1980 ©Letizia Battaglia 

Conosciuta soprattutto per aver documentato con le sue fotografie quello che la mafia ha rappresentato per la sua città, Palermo, nel corso della sua carriera ha raccontato anche la vita dei poveri e le rivolte delle piazze, tenendo sempre lo spazio urbano  come  privilegiato per l’osservazione della realtà e arrivando a  rivoluzionare così il ruolo della fotografia di cronaca.

Impara la tecnica direttamente ‘in strada’, e le sue immagini si distinguono da subito per il tentativo di catturare una potente emozione e quasi sempre un sentimento di ‘pietas’. I soggetti di Letizia, scelti non affatto casualmente, hanno tracciato un percorso finalizzato a rafforzare le proprie ideologie e convinzioni in merito alla società, all’impegno politico, alle realtà emarginate, alla violenza provocata dalle guerre di potere, all’emancipazione della donna.

Letizia Battaglia, La ricamatrice, 1987. Montemaggiore Belsito ©Letizia Battaglia

Sono stati realizzati vari documentari con l’intento di indagare la sua straordinaria personalità, ultimo dei quali Shooting The mafia, per la regia di Kim Longinotto, presentato  al Sundance Film Festival 2019 e ora a Bologna: tra una sigaretta e l’altra, la protagonista racconta la sua personalità magnetica, che prende forma fra le dita di una donna per cui la lotta è naturale tanto quanto respirare. Intrecciando interviste e testimonianze d’archivio, Kim Longinotto racconta la vita di un’artista passionale e coraggiosa, mostrando non solo un’esistenza straordinaria e anticonformista, ma anche uno spaccato di Storia italiana. In cerca di una libertà che passa per il sogno di una Sicilia sciolta dalle catene della mafia.

Letizia Battaglia è nata a Palermo nel 1935 ed  è  tra le prime donne fotoreporter italiane, ma anche regista, ambientalista e politica. Dirige dal 1974 al 1991 il team fotografico del quotidiano comunista del pomeriggio “L’ORA” di Palermo e fonda l’agenzia “Informazione Fotografica”. Le sue immagini, in un suggestivo bianco e nero esaltato dalla composizione perfetta ma lontane dal clamore urlato che generalmente contraddistingue la cronaca, raccontano con passione militante i sanguinosi anni delle guerre di mafia siciliana, infatti è stata una figura fondamentale nella Palermo tra gli anni Settanta e Novanta.

È la prima donna europea a ricevere, a New York, nel 1985 il Premio Eugene Smith per la fotografia sociale e a San Francisco, The Mother Johnson Achievement for Life (1999), nel 2007 in Germania vince il “The Erich Salomon Prize” e nel 2009 a New York viene premiata con il “Cornell Capa Infinity Award”. Fondatrice nel 1991 della rivista” Mezzocielo”, bimestrale realizzato da sole donne è anche nella lista delle 1000 donne segnalate per il Nobel per la pace, nominata dal Peace Women Across the Globe e  The New York Times la nomina (unica italiana) tra le 11 donne più rappresentative del 2017.

Letizia Battaglia, Centro Internazionale di Fotografia Palermo © Marilù Balsamo

.

E se stasera non riuscite proprio, ecco le prossime proiezioni del documentario:

giovedì 13 giugno 2019, ore 19:00
Cinema Orione BOLOGNA

domenica 16 giugno 2019, ore 17:00
Cinema Europa BOLOGNA

La mostra che vi abbiamo segnalato è

LETIZIA BATTAGLIA. Fotografia come scelta di vita
Casa dei Tre Oci
Fondamenta delle Zitelle 43
Giudecca, Venezia
Info: tel. +39 041 24 12 332; info@treoci.org; www.treoci.org
Orari: Tutti i giorni 10-19; chiuso martedì

.