XV Festival del Cinema di Porretta Terme

Da martedì 6 a domenica 11 dicembre 2016, complice il ponte dell’Immacolata, torna il Festival  del Cinema di Porretta Terme, con una proposta ricca di proiezioni e incontri – a partire dall’ampia retrospettiva dedicata al regista ROBERTO FAENZA, che incontrerà il pubblico sabato 10 dicembre – la suggestiva località nell’Appennino bolognese diventa una piccola capitale dell’affascinante mondo del cinema, con un’offerta di qualità che nel corso degli anni, nonostante i momenti storici non sempre, favorevoli, non è mai venuta a mancare.

Italian director Roberto Faenza poses during the photocall for his movie ''Someday This Pain Will Be Useful to You '' (Un Giorno questo Dolore Ti Sara' Utile), in Rome, Italy, 23 February 2012. ANSA/CLAUDIO ONORATI
Italian director Roberto Faenza poses during the photocall for his movie ”Someday This Pain Will Be Useful to You ” (Un Giorno questo Dolore Ti Sara’ Utile), in Rome, Italy, 23 February 2012. ANSA/CLAUDIO ONORATI

Aprirà il Festival un evento speciale martedì 6 dicembre alle 9.30 con IVAN COTRONEO, scrittore e regista di “Un Bacio”, il film accolto con grande consenso da parte del pubblico, soprattutto giovane, e che parla senza retorica o stereotipi di adolescenza, bullismo e omofobia. A Porretta Cotroneo sarà protagonista di una giornata dedicata alle scuole e nella quale terrà una lezione ai ragazzi dell’Istituto Montessori/Da Vinci dopo la proiezione del suo film. Infatti UN BACIO EXPERIENCE (www.unbacio.it/experience),  è il progetto antibullismo promosso dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), insieme a Indigo Film che promuove le proiezioni del film abbinate a incontri nelle scuole e ad una incisiva azione sui social.

2

Da martedì a venerdì inoltre, tutte le sere un film del concorso “Fuori dal Giro”, giunto alla quarta edizione. Quattro film del nuovo cinema italiano, di grande valore artistico, ma che hanno avuto una distribuzione ridotta: “Piuma” di Roan Johnson (Italia, 2016), presentato a Venezia 73 (ve ne abbiamo parlato qui), “Mia Madre fa l’attrice” di Mario Balsamo (Italia 2015), presentato al 33 Torino Film Festival, “La macchinazione” di David Grieco (Italia 2016) e infine La vita possibile” di Ivano De Matteo (Italia, 2016) presentato al pubblico dallo stesso regista venerdì 9 dicembre.

34

I film in competizione sono stati selezionati con la collaborazione della associazione Rete degli Spettatori, che insieme al Festival di Porretta condivide la valorizzazione del ruolo dello spettatore, rendendo la sala cinematografica un vero e proprio laboratorio sperimentale di nuove forme di dialogo tra opera, autore e pubblico. Sempre il pubblico assegnerà con il suo voto uno dei premi del concorso “Fuori dal giro”.

E per concludere, ecco la ciliegina sulla torta: in collaborazione con Cineteca di Bologna, domenica 11 dicembre alle ore 17.00, al Cinema Kursaal, l’anteprima de IL MAGO DI OZ, la pellicola di Victor Fleming, recentemente restaurata, un capolavoro, che probabilmente non richiede presentazioni. Giudicato dall’American Film Institute come “il miglior film per le famiglie di tutti i tempi”, Il Mago di Oz è tra i film più conosciuti e visti in tutto il mondo: sono i colori splendenti e saturi caratteristici del Technicolor dell’epoca che tornano a brillare grazie al complesso e monumentale restauro della Warner Bros, realizzato in 4K, attraverso il recupero dei negativi camera originali e ampliato anche in una versione 3D. Anche la colonna sonora, vero e proprio capolavoro musicale, con la famosissima “Over the Rainbow” cantata da Judy Garland che vinse l’Oscar come migliore canzone originale, viene con il restauro riproposta e resa disponibile per l’Italia in due modalità, versione originale con sottotitoli oppure doppiata.

Fra gli ospiti del Festival Lorenza Mazzetti (madrina e icona del visual dell’edizione 2016), Steve Della Casa, David Grieco e Blu Yoshimi, Mario Balsamo, Ivano De Matteo e molti altri nomi del cinema italiano.

1-perch-sono-un-genio

“Perché sono un genio, le tante vite di Lorenza Mazzetti” (Italia, 2016), presentato a Venezia 73, e a Porretta nella sua seconda proiezione nazionale: un intenso  ritratto della regista, pittrice, scrittrice-anche se lei non ama definirsi tale- e personaggio multiforme con alle spalle una vita incredibile che non le ha risparmiato nulla.

Tra le fondatrici del Free Cinema Inglese, regista di Together”, premiato al Festival di Cannes nel 1956, vincitrice nel 1961 del premio Viareggio con il libro “Il cielo cade” ispirato alla sua storia personale, perfino burattinaia a Roma, presenterà il suo libro “Diario londinese”, dove racconta tutto quello che successe intorno alla preparazione del film “Together”.

.

Info:
www.porrettacinema.com
Fb:www.facebook.com/PorrettaCinema/
Tutte le proiezioni saranno al cinema Kursaal, via Mazzini 42, a 5 minuti dalla Stazione Ferroviaria
Ingresso alle proiezioni: biglietto singolo € 3